Warning: Declaration of Description_Walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $item, $depth = 0, $args = Array, $id = 0) in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/functions.php on line 0
Salento aumento malati di tumore per avvelenamento da arsenico del suolo | Anno Polare Notizie dell'ultim'ora



Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 52

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 53

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 54

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 55

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 56

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 57

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 58
Salute

Published on marzo 26th, 2018 | by Caterina Stabile

0

Salento aumento malati di tumore per avvelenamento da arsenico del suolo

Uno studio condotto dalla Lilt (lega italiana tumori) in collaborazione con l’Università del Salento e la Provincia si è posto l’obiettivo di individuare la relazione tra genotossicità del suolo e l’insorgenza di alcuni tumori, l’attenzione dei ricercatori si è concentrata su alcuni territori avvelenati da arsenico in alcuni comuni pugliesi. Un dato allarmante che è stato segnalato dal progetto Geneo che ha analizzato la genotossicità del Salento dove sono state individuate diverse sostanze tossiche quali: arsenico, berillio e vanadio; in particolare su 32 comuni salentini, 30 sono risultati positivi alla presenza di metalli pesanti una condizione che espone maggiormente la popolazione locale al rischio di sviluppare malattie tumorali. Dalla diretta analisi dei campioni di terra provenienti dal territorio dei vari comuni pugliesi, è stato possibile  considerare diversi non solo la presenza di metalli pesanti ma anche di altri dati quali: misurazione del pH, rilevamento del valore di rH, eventuale presenza di idrocarburi policiclici aromatici (IPA), concentrazione di carbonio organico, livelli di diossine (Pcdd, Pcdf e Pcb), presenza di pesticidi. Altre notizie su: https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/27097-arsenico-salento-tumori.

Gli studiosi hanno avuto modo di esaminare altri dati fondamentali che hanno permesso di avvalorare la tossicità del suolo del Salento, sono stati effettuati test del micronuleo, valutazioni della mortalità e della riproduttività dei lombrichi. I dati relativi alle analisi di diossine, furani e PCB, anche se rientrano nei limiti di legge, rappresentano una condizione pericolosa che mostra il rischio di fonti pericolose di contaminazione, visto che i test di ecotossicologia e di genotossicità dei suoli hanno evidenziato la presenza di alcune aree dove esiste uno stretto legame tra inquinamento ambientale ed epidemiologia della popolazione. Dallo studio però non è emersa la relazione tra la comparsa di tumori e la presenza di contaminanti del suolo, anche se le indagini proseguiranno in tal senso con lo scopo di monitorare il suolo con lo scopo di rilevare le cause dell’inquinamento; inoltre i ricercatori continueranno ad indagare la reale eziologia dell’insorgere di tumori che interessano i cittadini salentini negli ultimi decenni e che registrano un aumento dei casi di cancro ai polmoni, al seno ed ai genitali maschili.


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑