Warning: Declaration of Description_Walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $item, $depth = 0, $args = Array, $id = 0) in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/functions.php on line 0
La diffusione del virus West Nile in Italia | Anno Polare Notizie dell'ultim'ora



Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 52

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 53

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 54

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 55

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 56

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 57

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 58
Salute

Published on agosto 21st, 2018 | by Caterina Stabile

0

La diffusione del virus West Nile in Italia

La diffusione del virus West Nile in Italia ha raggiunto nel corso di questo 2018 una significativa estensione che ha determinato l’attivazione di un focolaio che ha coinvolto principalmente l’Emilia Romagna ed il Veneto, con trascichi epidemici anche in Lombardia, Piemonte e Friuli Venezia Giulia. Il virus West Nile, per il quale non esiste un vaccino efficace, è considerata la causa di 4 decessi che si sono verificati in estate tra Veneto ed Emilia Romagna (pazienti in gravi condizioni di salute per età oppure perché colpiti da altre patologie). In queste regioni italiani il virus e la zanzara che lo trasmette, appartenente alla specie Culex pipiens, sono molto diffuse, ma si sono già in passato registrati altri focolaio: i primi casi di West Nile in Italia risalgono al 2008 in Pianura Padana. Tra i fattori che hanno portato allo sviluppo di questo focus infettivo altamente contagioso ci sono la pioggia ed il caldo che hanno favorito la proliferazione delle zanzare, che rappresentano il principale vettore del virus tropicale che sarebbe giunto in Italia attraverso alcuni uccelli migratori. Il West Nile è un virus che aggredisce con una certa frequenza gli uccelli migratori (ma ormai colpisce anche gli uccelli stanziali) da cui si diffonde la catena della patogenesi. Per altre notizie si rimanda alla lettura di: http://www.repubblica.it/salute/2018/08/20/news/virus_del_west_nile_stagione_record_in_italia-204544131/.

Quando una zanzara punge un uccello infetto, un mammifero e poi un uomo si verifica il contagio della malattia infettiva di natura virale, che nella maggior parte dei casi non provoca nei pazienti alcun sintomo rilevante, in alcuni casi può registrarsi nei soggetti contagiati una leggera febbre; solo nell’1% delle persone contagiate può invece essere colpita daverificarsi il quadro clinico della meningoencefalite. Talvolta questo agente patogeno può causare la morte dei pazienti che soffrono di una compromissione del loro sistema immunitario. Questa malattia che è diventata endemica ha provocato solo in Italia nel corso di quest’estate più di 120 casi di infezioni umane tenendo conto dei dati resi noti dal bollettino di sorveglianza dell’Istituto Superiore di Sanità  da cui è emerso un quadro clinico connotato principalmente da sintomi neurologici.


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑