Tecnologia daddys_car

Published on settembre 26th, 2016 | by Caterina Stabile

0

Flow Machine: il software che compone musica automaticamente

daddys_car

Gli sviluppi nel campo della musica hanno dato alla luce Flow Machine, un moderno software in grado di comporre musica in maniera autonoma, ossia senza richiedere l’intervento dell’uomo in quanto il programma è uno strumento di intelligenza artificiale basato sull’apprendimento automatico. Questo progetto è stato realizzato dai ricercatori del Sony Csl Research Laboratory che hanno presentato il software Flow Machine con lo scopo di elaborare dei veri e propri motivi musicali, inoltre questo programma gestito dai computer è capace di creare nuove armonie automaticamente oppure nella modalità interattiva; le capacità di elaborazione dei dati su cui si basa Flow Machine è quello di combinare diverse basi musicali ricavate da uno specifico database che include al suo interno più di 13 mila tracce di genere diverso, spaziando tra un variegato repertorio musicale che include classici cantautori americani, jazz, pop, autori brasiliani. In pratica il Flow Machine si comporta come un assistente virtuale che aiuta a comporre nuove canzoni ed armonie ma può anche modificare le melodie, servendosi poi di uno spartito il software può simulare il suono di vari strumenti musicali, per ottenere questi risultati è necessario selezionare stile e lunghezza della pista e poi avviare la fase di composizione.

Il primo componimento realizzato da questo programma di intelligenza artificiale si intitola “Daddy’s car”, un brano che è stato composto con la collaborazione del musicista francese Benoît Carré, si tratta di una canzone pop che evoca lo stile beatlesiano; l’intelligenza artificiale del software Flow Machines durante la composizione ha selezionato lo stile e po ha elaborare il testo della canzone. Il secondo brano elaborato dal giovane autore Benoît Carré è il singolo dal titolo “Mr. Shadow”, caratterizzato da ritmi e colori musicali dal sapore cassico legato alla tradizione americana, da cui si percepisce l’ispirazione diretta a George Gerschwin, Cole Porter e Duke Ellington.

Tags: , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑