Travel Expo2015

Published on giugno 25th, 2015 | by admin

0

Expo esposizione universale a Milano

Lo scorso 1 maggio 2015 ha preso il via l’edizione dell’Expo in programma a Milano fino al 31 ottobre 2015, un’esposizione universale in cui viene trattato un tema eco sostenibile di interesse mondiale:
“Nutrire il pianeta, energia per la vita“. Per ospitare l’evento di portata mondiale, che avrà una durata di 184 giorni, sono stati predisposti numerosi padiglioni che si sviluppano su una vasta superficie di migliaia di metri quadri all’interno del quartiere fieristico di Rho-Pero offrendo così la possibilità ai 145 Paesi partecipanti di condividere in maniera personale e propositiva la tematica green che si prefigge questa esposizione universale animata da: convegni, performance musicali, mostre. L’area espositiva su cui sorge l’evento è stata ideata da progettisti affiancati da neolaureati della Società Expo 2015 S.p.A., non sono poi mancati i grandi nomi dell’architettura internazionale come: Stefano Boeri, Ricky Burdett e Jacques Herzog.

Eccellenze gastronomiche

Presiedono l’evento anche 3 organizzazioni di rilievo internazionale quali: l’ONU (Organizzazione delle
Nazioni Unite), l’UE (Unione Europea), la CERN (Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare).
L’obiettivo di Expo Milano 2015 è quello di proporre le eccellenze gastronomiche e le innovazioni
tecnologiche non solo del Paese ospitante ma del 94% della popolazione mondiale, tenendo conto del
vasto volume delle nazioni, sia europee che internazionali, che partecipano all’evento.
Partendo dallo slogan “Nutrire il pianeta, energia per la vita“ vengono trattati ampiamente non solo i temi inerenti all’alimentazione, migliori eccellenze del mondo, ma si promuove anche una sana gestione delle risorse del pianeta attraverso una vera e propria educazione alimentare necessaria per poter sopperire alla grave mancanza di cibo che molesta il Sud del mondo, ma che nel futuro potrebbe riguardare tutta l’umanità. Per cui partendo dalla tematica green vengono affrontati altri argomenti tra cui la sicurezza e l’accesso alle risorse alimentari e la stessa sostenibilità, non tralasciando poi le tematiche legate agli OGM che riguardano i rischi per l’ambiente e per la salute umana, un altro tema centrale dell’esposizione universale riguarda lo sviluppo dell’innovazione tecnologica per favorire il progresso e la ricerca.

Mercati globali

Di fatto il sito si articola in diversi padiglioni tematici che si soffermano sulla nutrizione e sulla sostenibilità proiettandosi verso il futuro e l’idea di un cibo sostenibile. Nello specifico all’interno del Padiglione si accolgono i visitatori e viene presentato il contributo delle Nazioni Unite e la Best Practice Area, dove si raccolgono le migliori esperienze sul tema della nutrizione inerenti la gestione sostenibile delle risorse naturali, lo sviluppo delle comunità rurali, il miglioramento dell’agricoltura e le dinamiche dei mercati globali. Tra gli altri settori degni di nota va segnalato il Parco della Biodiversità, ovvero un giardino in cui si sperimenta la riproduzione della varietà della vita. L’area Future Food District è dedicato al tema dell’evoluzione della filiera alimentare attraverso l’impiego di tecnologie IT. Per i più piccoli è stato creato il Children Park, realizzato in collaborazione con la città di Reggio Emilia, si tratta di un’area ricreativa ed educativa in cui entrare in contatto con il mondo animale e quello vegetale e grazie alle 8 postazioni
interattive si può giocare con aria, terra, acqua e fuoco. Invece la zona Arts & Foods , che sorge nei locali della Triennale di Milano, focalizza l’attenzione sulla relazione fra le diverse forme di arte moderna e l’alimentazione.


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑