sport elettrostimolazione muscolare

Published on aprile 19th, 2016 | by admin

0

Come funziona l’elettrostimolazione

elettrostimolazione muscolare

Molti centri fitness, centri dimagrimento e centri di riabilitazione motoria, ad oggi propongono come soluzione l’elettrostimolazione muscolare, che per mezzo di impulsi elettrici sollecita le fibre muscolari. In pochi sanno realmente come l’elettrostimolazione funziona e come agisce, anche se sono ormai chiari i molteplici benefici, tra cui la risoluzione di problemi posturali e la tonificazione del corpo.

Grazi agli appositi elettrostimolatori e agli impulsi viene simulata la contrazione che effettivamente avviene quando si solleva un peso. Anche non essendo identico il risultato è molto simile a quello di un vero allenamento.

La tecnologia ha sviluppato elettrostimolatori sempre più sofisticati e di piccole dimensioni, fino ad arrivare al commercio B2B. È infatti possibile acquistare un apparecchiatura poco ingombrante quanto efficace, da utilizzare facilmente a casa propria.

Per potenziare le prestazioni fisiche da qualche anno sono sempre più predilette le tute per l’elettrostimolazione muscolare total body, che consento allenamenti brevi ad intensità elevate; queste però vengono sconsigliate per l’uso domestico.

Ovviamente i centri specializzati impiegano queste tute e macchinari molto più performanti, che per essere utilizzati necessitano dell’affiancamento di una figura professionale. Grazie alla tonificazione mirata di alcuni gruppi muscolari, è possibile utilizzare questa tecnologia per la terapia riabilitativa postoperatoria o postraumatica.

Parlando invece dei benefici estetici, è bene sapere che l’elettrostimolazione non è utile soltanto per il dimagrimento e per la tonificazione, ma anche per combattere spiacevoli inestetismi, come la cellulite. Gli impulsi infatti favoriscono il drenaggio dei liquidi in eccesso, prevenendo e ostacolando la formazione della cellulite.

Con tutti questi pro viene naturale chiedersi quali siano le controindicazioni di questa miracolosa pratica, per questo sono stati fatti decine di studi sui possibili effetti collaterali dell’elettrostimolazione. Dai risultati è emerso innanzitutto il profilo degli individui che non posso avvalersi di questo metodo come:

  • i portatori di pace maker,
  • persone affette da epilessia o tumori,
  • donne in gravidanza,
  • chi soffre di fragilità capillare.

Ma a parte questi piccoli accorgimenti non sono emersi effetti collaterali dannosi alla salute che posso quindi mettere nelle condizioni di sconsigliare l’elettrostimolazione muscolare.


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑