Warning: Declaration of Description_Walker::start_el(&$output, $item, $depth, $args) should be compatible with Walker_Nav_Menu::start_el(&$output, $item, $depth = 0, $args = Array, $id = 0) in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/functions.php on line 0
A cosa serve l'app Leloo | Anno Polare Notizie dell'ultim'ora



Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 52

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 53

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 54

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 55

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 56

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 57

Warning: A non-numeric value encountered in /home/annop547/public_html/wp-content/themes/gonzo/single.php on line 58
Social Network

Published on luglio 17th, 2018 | by Caterina Stabile

0

A cosa serve l’app Leloo

La nuova app Leloo, progetto creato da un gruppo di giovani italiani, si pone come obiettivo quello di soddisfare la richiesta di quelle persone che vogliono incontrare i propri amici sfruttando le occasioni immediate, senza per forza programmare con largo anticipo un appuntamento. La modalità di connessione con gli altri diventa così più istintiva, semplice e veloce, ed infatti i punti saldi di Leloo sono la semplicità e l’incontro. Questa applicazione social è stata ideata da un gruppo di ragazzi residenti a Milano, che hanno condiviso la stessa mission: l’itenzione di riunire le persone in maniera semplice ed immediata nel mondo reale; il progetto vede il coinvolgimento in prima persona di due studenti della prima edizione di CodeMaster, Jacopo Verdesca e Antonino Angileri, il primo ideatore e tuttofare del progetto, il secondo e sviluppatore front-end, a questo duo nel tempo si sono aggiunti altrri tre componenti: Giulio Bertolotti, UX Designer; Emanuele Di Molfetta, grafico e UI Designer; Mauro Cunsolo, sviluppatore back-end. Altre notizie su: https://www.wired.it/attualita/2018/07/16/leloo/?refresh_ce=.

Il gruppo non si ferma ma continua a lavorare per rendere questa nuova app sempre più completa e migliore nel più breve tempo possibile. La social app Leloo, presentata ufficialmente nel corso del Fuori Salone di Milano, è stata declinata nella versione beta e nella versione sul Google Play Store, con lo scopo finale di sbarcare come app anche sui dispositivo dotati del sistema di programmazione iOS. Una curiosità che riguarda il nome scelto per questa social app rimanda alla lingua degli indiani Chinook: Leloo vuol dire lupo. Il logo di Leloo ha quattro colori, giallo, bianco, rosso e turchese, colori che nelle principali culture native americane che richiamano apertamente le 4 montagne sacre. La diretta influenza della cultura indiana viene evocata da questa scelta cromatica, visto che ogni colore possiede una proprie simbologia: il giallo è il sole, evocando ottimismo e determinazione, il lupo giallo risponde ad ogni segnale con entusiasmo; il bianco è il colore della purezza e della condivisione, richiama un lupo riflessivo; il rosso simboleggia una carica energetica ed allude alla passione, il lupo rosso ama divertirsi e stare in mezzo agli altri; il turchese significa saggezza e intuizione, il lupo che veste questa tonalità promuove dei gusti raffinati.


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑